Reggina-Messina, il derby più bello d’Italia: guardate lo Stretto e imparate cos’è lo sport [FOTO]

Reggina-Messina, che spettacolo al Granillo oggi pomeriggio: una festa di sport all’insegna della più sana rivalità nello spareggio playout tra le due squadre dello Stretto

Reggina Messina derby playout (83)Prendete Reggina e Messina, due nobili decadute del calcio del Sud: dopo un campionato disastroso nei campi polverosi della terza serie del calcio italiano, si ritrovano ad affrontarsi nello spareggio della disperazione. Chi vince mantiene la Lega Pro, chi perde sprofonda in serie D. Gli ultimi derby erano stati quelli della serie A, stagioni 2005-2006 e 2006-2007, entrambe concluse con la vittoria della Reggina che nello scontro diretto, prima il 30 aprile 2006 (3-0), poi il 17 aprile 2007 (3-1) sanciva la retrocessione diretta del Messina in serie B ottenendo la salvezza. Adesso i tifosi siciliani vogliono vendicarsi, quelli della Reggina sognano un’altra “carcagnata” (loro lo sanno cosa significa).

Reggina Messina derby playout (80)Fino a 5 giorni fa, questa partita neanche si doveva giocare. La Reggina era retrocessa in serie D, il Messina avrebbe dovuto affrontare nei playout il Savoia già fallito. Poi il CONI ha restituito agli amaranto 2 punti di penalizzazione, la classifica è cambiata 10 giorni dopo la fine del campionato, in serie D c’è finito il Savoia e le due squadre dello Stretto si sono ritrovate in un derby drammatico. Chi lo perde finisce nei Dilettanti e rischia di sparire dal calcio. L’andata al Granillo, oggi alle 17: oltre 9.000 spettatori, nonostante si giochi sotto la pioggia, di pomeriggio in un giorno feriale.

Reggina Messina derby playout (68)I messinesi sono oltre 800: dopo un’organizzazione vergognosa, hanno potuto acquistare i biglietti ieri solo per poche ore in fretta e furia. Sono arrivati al porto di Reggio, hanno attraversato la città, sono entrati allo stadio. Ed è iniziata la festa, per tutti.

Mentre ieri a Roma i tifosi di Roma e Lazio si scontravano con armi, spranghe, coltelli e bastoni (due feriti in codice rosso, per fortuna non in pericolo di vita) un anno dopo i disordini costati la vita a Ciro Esposito, oggi per l’ennesima volta le tifoserie dello Stretto hanno dimostrato tutta la loro civiltà e maturità. Sugli spalti se ne sono dette di tutti i colori con cori, striscioni e coreografie non molto tenere.

Reggina Messina derby playout (62)Certo, quel palloncino pieno di elio che i tifosi del Messina hanno lanciato in cielo, con i colori della Reggina e la forma di un coniglio, un po’ di tenerezza la faceva. Il derby dello Stretto è anche questo, perchè Reggio e Messina sono città gemelle in tutto e – in fondo – anche nel calcio. “Fare questa partita ti fa sentire un calciatore di serie A” ha detto in sala stampa il capitano del Messina Giorgio Corona, noi andiamo oltre. Il Derby dello Stretto è il più bello d’Italia: un esempio che arriva dal profondo Sud e dalla terza serie del calcio italiano, un esempio che in molti nelle principali città italiane sotto i riflettori delle TV internazionali da “big” di serie A dovrebbero prendere come modello. Da Roma a Torino fino a Genova. Guardate lo Stretto e imparate come si fa; imparate cos’è lo sport.