Reggina-Messina 1-0, Tedesco: “sabato ci aspetta una battaglia, questi ragazzi sono straordinari”

Reggina-Messina, l’allenatore Giacomo Tedesco in sala stampa ne post partita

tedescoIl primo ad arrivare ai microfoni della mix-zone dello stadio Granillo al termine del primo capitolo del doppio derby salvezza è il tecnico amaranto Giacomo Tedesco che esprime soddisfazione per la prova dei suoi uomini: “Il discorso salvezza è ancora aperto. Nella gara di ritorno ci aspetta una battaglia. In palio c’è una salvezza che per noi è qualcosa di straordinario”.

Al Messina basterebbe vincere con un gol di scarto al “S.Filippo” per poter centrare l’obiettivo, la salvezza è ancora in bilico ma nella gara di oggi la Reggina ha mostrato più voglia di vincere: “Ci siamo fatti trovare pronti, il Messina ha degli ottimi calciatori. Siamo stati altrettanto bravi noi a raddoppiarli e tripicarli su ogni pallone”. Per la gara di ritorno il tecnico amaranto non ha dubbi: “Non andremo a Messina a fare le barricate, non rientra nella mia mentalità”.

Poi in sala stampa Tedesco ha detto: ”solo giocando di squadra, di gruppo, possiamo vincere. Oggi abbiamo 20 ragazzi a disposizione, anche chi è andato in tribuna come Camilleri e Gallozzi ha tanta voglia di giocare e di fare bene. Purtroppo poi devo sceglierne 18 per la panchina e 11 per il campo, ma siamo tutti uniti e siamo una squadra. Vedere lavorare i ragazzi con gioia, felicità e grande voglia ogni giorno, fa piacere. Così il mister arriva alla partita tranquillo perchè sa che i ragazzi l’hanno preparata al meglio. Per noi allenatori è fantastico vedere i propri ragazzi allenarsi con gioia. Oggi hanno dato una grande prestazione, sarebbe stato meglio un gol in più ma avevamo di fronte una grande squadra e non potevamo pretendere di più. Senza la parata di Belardi poteva essere 1-1, con il pallonetto di Viola poteva essere 2-0. Non importa. Adesso andiamo lì pronti a fare una vera e propria battaglia. Mi aspettavo l’atteggiamento del Messina, perchè hanno dei giocatori bravi. Noi siamo stati ancora più bravi a non farli ragionare, a raddoppiare Ciciretti, Corona. I nostri ragazzi sono stati straordinari, dal primo all’ultimo. Quando sono arrivato alla Reggina ho pensato subito a far tornare il sorriso, bisognava creare un’armonia. Non dovevo certo spiegare a Di Michele, Cirillo e Aronica come devono stare in campo. Dovevo soltanto lavorare sulla squadra ad andare tutti nella stessa direzione. In un mese ho visto cose straordinarie, e adesso sabato andiamo a Messina per ottenere questo risultato importante. Vogliamo salvarci insieme ai nostri tifosi, adesso li aspettiamo numerosi anche a Messina“.