Reggina-Messina 1-0, le pagelle di StrettoWeb per gli amaranto: Insigne e il talento Salandria al top

Reggina-Messina, le pagelle di StrettoWeb per gli amaranto: Insigne e Salandria i migliori, molto bene anche Aronica, Zibert e Viola

reggina messina (4)Chi si aspettava calcio-champagne, probabilmente avrebbe dovuto evitare anche solo di guardare questo derby. Chi, invece, ha scelto di stare vicino alla squadra per aiutarla a conquistare la salvezza, togliendosi per la terza volta consecutiva di spedire i dirimpettai nella categoria inferiore (è già successo nel 2006 e nel 2007, da quella stagione le due squadre dello Stretto non si erano più incontrate), è uscito dal Granillo soddisfatto. Soprattutto per il risultato, che ha consentito alla squadra di ribaltare il vantaggio che aveva il Messina per il miglior piazzamento in classifica e di presentarsi al San Filippo con la possibilità di ottenere la salvezza potendo contare su due risultati su tre. La Reggina ha meritato la vittoria, legittimandola sul campo con un gioco migliore, una netta supremazia territoriale, un maggior possesso palla e almeno 4 occasioni nitide a fronte di un solo tiro in porta degli ospiti, parato da Belardi.

Le pagelle di StrettoWeb:

Belardi 7 Una sola volta è chiamato in causa da un tiro di Damonte, centrale da fuori area: si tuffa sulla destra e salva la porta amaranto. Per il resto ordinaria amministrazione, senza alcuna sbavatura.
Di Lorenzo 6,5 Pulito e ordinato in fase difensiva, due belle sortite offensive nella ripresa.
Cirillo 6,5 Guida la difesa con autorevolezza ed esperienza.
Aronica 7 Il migliore tra i difensori: non solo muscoli e grinta, anche classe e qualità.
Benedetti 6,5 Buona prestazione che conferma quanto di buono già visto in campionato.
Armellino 6,5 Rimane in campo solo 22 minuti, poi è costretto ad uscire per infortunio. Dimostra un buon agonismo in mezzo al campo e sfiora il gol del vantaggio dopo una bella triangolazione con Viola.
Salandria 7,5 Ancora una volta è tra i migliori in campo, lui che con i suoi 20 anni appena compiuti era il più giovane in campo tra le due squadre: guida la squadra con ottima visione di gioco ma soprattutto con una grinta straordinaria che gli consente addirittura di anticipare Corona di testa e non solo una volta. La Reggina gioca meglio del Messina con più possesso palla e predominio territoriale facendo perno sul piccolo gioiello del Sant’Agata.
Zibert 7 Ottima prova in mezzo al campo, suo l’assist vincente per il gol vittoria di Insigne.
Insigne 8 E’ il più pericoloso sul fronte destro dell’attacco amaranto, segna il gol decisivo (il nono con la maglia amaranto in questa stagione) e rappresenta la vera e propria spina nel fianco della difesa avversaria.
Viola 7 Svaria su tutto il fronte offensivo, lotta come un leone, meriterebbe il gol. C’è tempo sabato a Messina.
Di Michele 6,5 Una gara di qualità tra le linee, è efficace e si sacrifica anche in fase difensiva per aiutare la squadra.

Maimone 6,5 Chiamato in causa dopo 20 minuti dall’inizio della gara, risponde in modo positivo.
Ungaro S.V. In campo pochi minuti nel finale, senza sbavature.
Louzada S.V. Torna in campo molti mesi dopo l’infortunio nei minuti finali, ha una grande occasione in contropiede uno contro uno ma la spreca.

All. Tedesco 8 Per lui sulla panchina della Reggina è la terza vittoria consecutiva su 4 partite da allenatore. La squadra, a prescindere da ogni considerazione tecnica e tattica, ha sputato sangue dimostrando quell’attaccamento alla maglia che le chiedevano i tifosi. Ha lanciato una Reggina a tre punte sfruttando lo slancio psicologico delle condizioni in cui ha raggiunto questo match. La vittoria consente alla squadra di ribaltare il vantaggio che aveva il Messina per il miglior piazzamento in classifica, adesso sono gli amaranto che hanno a disposizione due risultati su tre nella gara di ritorno.