Reggina-Catanzaro 3-1, Viola: “per il Messina fare i playout contro di noi sarebbe una mazzata”

Reggina-Catanzaro 3-1, le parole di cuore di Alessio Viola: “amo questa società e questa città, è bruttissimo vederla così ma con la nuova società ripartirà sicuramente”

reggina savoia 2-2 (58)Schietto e sincero come sempre, Alessio Viola nel post-partita di Reggina-Catanzaro 3-1 dopo il terzo gol consecutivo, il sesto stagionale: “mi trovo molto bene con Insigne, nulla togliendo con gli altri attaccanti, ma come tipologia di calciatori ci compensiamo molto bene. Il calcio di oggi è molto più veloce, insieme riusciamo ad estrapolare qualcosa che forse in questa squadra manca un pochettino. Io quest’anno sono entrato sette volte sul 2-0 per gli altri, quindi in quelle circostanze è difficile dare di più. E’ vero, sono arrivato a 6 gol, ma nel girone d’andata ho fatto due sole partite da titolare. Adesso che sto giocando e prendendo ritmo mi viene tutto più facile. Sono un attaccante, fare gol è nel mio dna. Spero sempre che i miei gol portino dei punti alla squadra. Di testa spegno spesso, ne ho fatti anche in serie B e addirittura il mio primo gol tra i professionisti è stato di testa. Per i playout credo nella lealtà sportiva. Confido nel presidente Foti che riuscirà a portarci almeno altri due punti di quelli che ci hanno tolto. In un modo o nell’altro sono convinto che questa società arriverà a giocarsi i playout. E’ amaro vedere la Reggina ultima in classifica. Io penso che a tutti i livelli le situazioni extracalcistiche pesano. Quando ci hanno tolto i punti questa squadra non è riuscita a reagire. Non è una giustificazione perchè non abbiamo alibi sulle prestazioni, ma a livello psicologico questo pesa molto. Siamo tutti ragazzi, soprattutto nel girone d’andata eravamo troppo ragazzini, tanta gente giovane, brava ma che non riesce ad avere quell’esperienza che poi è arrivata a gennaio. Senza Aronica, Cirillo e Belardi a gennaio, non saremmo ancora qui a giocarcela. Avranno sbagliato qualcosa, ma a livello di spogliatoio ci hanno dato una grande mano. Io amo questa società, ma quest’anno ho vissuto mesi veramente tristi. E’ la prima volta che faccio sei gol in una stagione, ma ho vissuto un anno brutto e difficile. Non è questa la Reggina che voglio. Mi dispiace per la città. Bisognava toccare il fondo. Sono convinto che la Reggina in un modo o nell’altro ripartirà, per forza con una nuova società. Io sono molto legato alla vecchia società e al presidente Foti, e spero che nella nuova società rimanga una piccola base per quella vecchia. C’è stato grande amore in Foti per costruire quanto di importante ha fatto. Spero rimanga il Presidente, perchè può ancora dare tanto. Oggi il Messina ha vinto 4-2 contro la Salernitana, adesso va a Savoia e magari perde 3-0, nel calcio per l’amor di Dio può capitare, però… Io sono sincero, secondo me il Messina preferirà affrontare il Savoia ai playout, perchè per loro sarebbe una mazzata fare un derby ai playout. E’ stato un peccato che la Paganese abbia il vantaggio sul Messina negli scontri diretti, altrimenti magari facevamo noi i playout contro la Paganese. Ci va tutto storto, ma noi proveremo a fare il risultato a Martina. Poi se ci verranno restituiti questi altri due punti, oppure se il Messina si giocherà la partita, io sono convinto e lo ripeto che ci giocheremo i playout“.