Presentato a Castrovillari progetto PON sulla filiera Legno-Energia

Alla presenza di sindaci del territorio, di professionisti ed operatori della filiera del legno, è stato presentato il Laboratorio pubblico-privato ALForLab

Stampa3Alla presenza di sindaci del territorio, di professionisti ed operatori della filiera del legno, è stato presentato presso la sede dell’ex Comunità montana del Pollino, ora struttura decentrata dell’Agenzia Calabria Verde, il Laboratorio pubblico-privato ALForLab (Ambi.Tec.Fil.Legno – Tecnologie innovative ad elevata sostenibilità ambientale nella filiera foresta-legno-energia). Presenti con propri rappresentanti anche l’Ente Parco Nazionale del Pollino e il Gal Pollino Sviluppo. I lavori, introdotti dal Dott. Luigi Pandolfi, hanno visto gli interventi della Dott.ssa Antonella Veltri e della Dott.ssa Sonia Vivona del CNR-ISAFOM di Rende, del Dott. Fabio Pastorella e della Dott.ssa Grazia Giacovelli del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA) di Trento. Finanziato nell’ambito del Programma PON Ricerca e Competitività 2007-2013, il Laboratorio, che vede come ente capofila il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) – Dipartimento di Scienze BioAgroalimentari, di cui l’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo di Rende (CS) è articolazione in Regione Calabria, ha come obiettivo lo sviluppo e l’integrazione di tecnologie innovative per la valorizzazione delle risorse ambientali e forestali della regione Calabria, e prioritariamente del legno, attraverso azioni di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in tutte le diverse fasi della filiera foresta-legno-energia, dalla produzione, alla trasformazione, all’impiego delle nanotecnologie. Tra le attività di ricerca progettuali c’è anche il coinvolgimento di portatori di interesse (stakeholders) pubblici e privati, selezionati per aree geografiche e per tipologia di influenza, per  integrare la conoscenza dei punti di forza e di debolezza del sistema e di strutturare un quadro realistico delle caratteristiche e delle esigenze dei suoi attori. A tal fine, l’incontro si è concluso con la somministrazione di questionari per un’analisi della domanda e dell’offerta, reale e potenziale, di biomasse ad uso energetico e, più in generale, per acquisire opinioni e preferenze dei portatori di interesse individuati. I presenti si sono detti d’accordo sulla necessità di sviluppare sinergie per lo sviluppo delle attività di filiera.