Elezioni Platì: adesso anche Mimmo il fruttivendolo è pronto a candidarsi, ma perchè fino a ieri scappavano tutti?

Adesso tutti pronti a candidarsi a Platì, eppure il termine per la presentazione delle liste è scaduto solo qualche giorno fa…

platìCon il senno di poi siamo tutti bravi. A cominciare la dieta il lunedì, a fare quello che rinviamo da secoli e anche a candidarci a Platì. Perchè questa è l’impressione che il Pd calabrese sta dando. Adesso tutti pronti a candidarsi a Platì, rigorosamente a termini scaduti per la presentazione delle liste.

Bhè sarà per la prossima volta, direte voi. Eppure per il comune della locride, sciolto già diverse volte per infiltrazioni mafiose, le elezioni del 31 Maggio prossimo sarebbero state un’occasione per ripristinare la democrazia perduta. Occasione sprecata o quanto meno rinviata stando a quanto annunciato dal Commissario regionale del Partito Democratico, Ernesto Magorno, che -uscito dal pantano delle primarie- per primo ha avuto il guizzo di lanciare la propria candidatura a Sindaco di Platì.

A ruota lo stanno seguendo tutti. Da Onorevoli a semplici iscritti, tutti pronti a immolarsi per la causa Platì. Adesso, appena 4 giorni dopo dai termini ufficiali di chiusura per la presentazione delle liste  (2 Maggio). Tempestivi o furbi? Il Pd solo a termini scaduti è venuto a sapere che a Platì si sarebbe dovuto votare? Dilettanti allo sbaraglio o cosa?

Intanto, per dovere di cronaca, informiamo i nostri lettori che lo staff di “Mimmo il fruttivendolo” sta già preparando la campagna elettorale. Dicono anche lui ci tenga molto a Platì.