Piraino, studente carbonizzato: oggi l’autopsia

Oggi l’autopsia sul corpo del giovane

vincenzo liottaVerrà eseguita oggi presso l’Istituto di medicina legale dell’ospedale di Patti (Messina) l’autopsia sul cadavere di Vincenzo Liotta, lo studente di Economia e commercio 22enne morto carbonizzato nella casa di campagna di Piraino (Messina) di proprietà della famiglia. Il corpo del giovane è stato ritrovato ieri dopo tre giorni di ricerche. Accanto al copro è stata trovata della pasta ancora cruda sul pavimento, quattro bottiglie di plastica, una di un litro e mezzo piena di liquido infiammabile, le altre ormai sciolte. Sono diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti. Gli investigatori ipotizzano una esplosione di quelle bottiglie dovuta a cause accidentali. Ma non è escluso l’omicidio. L’autopsia dovrà chiarire se le ustioni riportate sul corpo sono state provocate da un incendio che si è propagato ai suoi abiti, investendo il suo corpo.