Pensioni, Renzi: “dal 1 agosto 500 euro a 4 milioni di persone”

L’ “una tantum” prospettata dal Premier Renzi per 4 milioni di pensionati: un rimborso delle pensioni medio-basse

pensionati“Nessun pensionato perderà un centesimo. Noi scriveremo una nuova norma rispetto al blocco dell’indicizzazione che restituirà in tasca a quattro milioni di italiani il 1 agosto 500 euro a testa”, così il Premier Matteo Renzi si pronuncia in merito al dossier sulle pensioni. Dal 1 agosto, dunque, 4 milioni di pensionati potranno ricevere 500 euro a testa, un’ “una tantum” per tutti coloro che ricevono una pensione sotto i 3 mila euro. “Chi guida un Paese non può temere le elezioni”, ha affermato Matteo Renzi per rispondere a tutti coloro convinti che non avrebbe sfiorato il tema dei rimborsi delle pensioni dopo la sentenza della Consulta, che lui stesso ha accettato, pur preferendone un’altra: Renzi, infatti, avrebbe voluto che i circa 2 miliardi del “tesoretto” destinati ai pensionati fossero andati ai poveri. La soluzione prospettata non va a genio a molti, in quanto non prevede un rimborso totale, anche se risponde ad un criterio di equità, rimborsando le pensioni medio-basse. In attesa, oggi, del “si” da parte del Cdm al rimborso delle pensioni, il Premier dovrà affrontare un’altra questione cruciale, quella riferita alla riforma della scuola, che mercoledì riceverà alla Camera il via libera per passare al Senato, sempre dopo le regionali.