Palermo: Salvini contestato con un lancio di uova

“Salvini come Renzi, basta passerelle e chiacchiere” è lo striscione con il quale una cinquantina di persone stanno contestando il leader della Lega Nord

CATANIA (ITALPRESS) - "Non è normale che la Sicilia, che ha un tasso di disoccupazione altissimo, faccia arricchire qualcuno con il business dell'immigrazione. Questo centro va chiuso domani mattina. Le navi della Marina Militare difendano i confini. La Sicilia deve lavorare non sulla pelle dei nuovi schiavi". Lo ha detto Matteo Salvini, presidente del movimento ?Noi con Salvini?, incontrando i giornalisti davanti al Cara di Mineo, il centro di accoglienza per i richiedenti asilo in provincia di Catania. (ITALPRESS).“Salvini come Renzi, basta passerelle e chiacchiere” è lo striscione con il quale una cinquantina di persone stanno contestando il leader della Lega Nord Matteo Salvini appena giunto a Villabate, centro alle porte di Palermo, per un comizio elettorale. I manifestanti lanciano uova e pomodori e vengono tenuti a distanza da un cordone di poliziotti in tenuta antisommossa.