Palermo: “pizzo” a ristoratore, 4 arresti per estorsione aggravata

L’escalation di pressioni indebite ha previsto anche il pagamento di un “pizzo”, che oscillava da 2 mila a 15 mila euro

PoliziaGli agenti della squadra mobile di Palermo hanno arrestato quattro persone per estorsione aggravata dall’avere agito in favore dell’associazione mafiosa. Dalle indagini e’ emerso che gli arrestati avevano sottoposto ad estorsione un imprenditore del settore della ristorazione. L’escalation di pressioni indebite nei suoi confronti e’ stata caratterizzata prima da minacce perpetrate durante la fase della ristrutturazione dei locali e successivamente dal pagamento di un “pizzo”, che oscillava da 2 mila a 15 mila euro, per ottenere “l’autorizzazione” della cosca locale alla prosecuzione dei lavori ed all’avviamento dell’attivita’ commerciale. Di fatto, i malviventi intendevano impedire la vendita al minuto nei confronti di operatori sanitari e pazienti di un ospedale che si trova nei pressi dell’esercizio commerciale.