Orrore a Messina: condannato il marocchino che ha stuprato una cavalla “col pene e altri oggetti impropri” fino a farla morire

Il marocchino ha sottoposto l’animale a sevizie e abusi sessuali fino a farla morire

cavallo imbizzarritoUno stalliere di 32 anni e’ stato condannato dal Tribunale di Messina a 2 anni, con pena sospesa, per maltrattamento di animali aggravato dalla morte. Secondo quanto riferisce la Lav in un comunicato, l’uomo ha sottoposto a sevizie e abusi sessuali una cavalla incinta, fino a provocare prima l’aborto e poi la morte. “Una sentenza che aiuta a porre l’attenzione sui crimini sessuali a danno di animali, una piaga ancora sommersa”, afferma Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell’Osservatorio Zoomafia della Lav, autore di una recente indagine che e’ sul sito www.lav.it. Oltre ad avere rapporti sessuali con la cavalla, l’uomo l’ha penetrata con vari attrezzi, che hanno determinato il distacco della placenta, l’aborto e un’emorragia fatale.