Oggi a Palermo i funerali della 29enne investita da un pirata della strada

La giovane vittima indosserà l’abito bianco scelto con un’amica del cuore per il suo matrimonio

PALERMO (ITALPRESS) - Saranno celebrati, oggi, alle 11.30 i funerali di Tania Valguarnera, la giovane donna 30enne, travolta e uccisa da un pirata della strada in via Liberta', a Palermo.  L'estremo saluto nella chiesa di San Giovanni Maria Vianney Curato d'Ars nel quartiere Falsomiele. Tania indosserà l'abito bianco scelto con un'amica del cuore per il suo matrimonio, che avrebbe dovuto essere celebrato a settembre. Saranno presenti i colleghi di Tania che lavorava in un call center. Intanto resta in carcere Pietro Sclafani, il 50enne palermitano, fuggito e poi rintracciato dalla polizia subito dopo l'incidente mortale. Il giudice del Tribunale, Daniela Vascellaro, dopo quasi quattro ore di camera di consiglio, ieri, ha convalidato l'arresto. Il magistrato, accogliendo la richiesta del pm Renza Cescon, ha firmato la misura cautelare in carcere per Sclafani, che e' accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso. L'uomo, nel corso della convalida dell'arresto, si e' detto addolorato e ha negato di avere fatto uso di droga, circostanza emersa dall'esame tossicologico. (ITALPRESS).Saranno celebrati, oggi, alle 11.30 i funerali di Tania Valguarnera, la giovane donna 30enne, travolta e uccisa da un pirata della strada in via Liberta’, a Palermo. L’estremo saluto nella chiesa di San Giovanni Maria Vianney Curato d’Ars nel quartiere Falsomiele. Tania indossera’ l’abito bianco scelto con un’amica del cuore per il suo matrimonio, che avrebbe dovuto essere celebrato a settembre. Saranno presenti i colleghi di Tania che lavorava in un call center.
Intanto resta in carcere Pietro Sclafani, il 50enne palermitano, fuggito e poi rintracciato dalla polizia subito dopo l’incidente mortale. Il giudice del Tribunale, Daniela Vascellaro, dopo quasi quattro ore di camera di consiglio, ieri, ha convalidato l’arresto. Il magistrato, accogliendo la richiesta del pm Renza Cescon, ha firmato la misura cautelare in carcere per Sclafani, che e’ accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso.
L’uomo, nel corso della convalida dell’arresto, si e’ detto addolorato e ha negato di avere fatto uso di droga, circostanza emersa dall’esame tossicologico.