‘Ndrangheta: arrestato il figlio di un imprenditore ucciso

Un noto imprenditore del settore della grande distribuzione alimentare, Franco Perri, figlio del proprietario del centro commerciale “I 2 mari” Antonio, ucciso nel suo ufficio il 10 marzo 2003, è stato arrestato stamani dalla polizia

arresti-manetteUn noto imprenditore del settore della grande distribuzione alimentare, Franco Perri, figlio del proprietario del centro commerciale “I 2 mari” Antonio, ucciso nel suo ufficio il 10 marzo 2003, è stato arrestato stamani dalla polizia nell’ambito dell’operazione contro le cosche lametine perché ritenuto organico del clan mafioso. Franco Perri è nella società che gestisce lo stesso centro commerciale oltre a diversi supermercati in città. Dalle indagini sarebbe emerso lo stretto collegamento dell’imprenditore con la cosca Iannazzo alla quale non avrebbe esitato a chiedere la gambizzazione di suo fratello Marcello per motivi di carattere economico. Gli investigatori della squadra mobile, riscontrando le dichiarazioni di più collaboratori di giustizia, avrebbero anche ricostruito la vicenda che aveva portato alla sottrazione della bara dell’imprenditore Antonio Perri, ucciso nel 2003 da elementi della cosca Torcasio, e le vicende connesse con riunioni di ‘ndrangheta che avevano coinvolto anche ‘ndrine della provincia di Reggio Calabria intervenute per mediare la guerra di mafia che si stava scatenando tra i gruppi contrapposti degli Iannazzo con i Torcasio-Gualtieri.