Motta San Giovanni (Rc), il vice Sindaco ammette: “i Beni culturali, il territorio e la sua storia sono il nostro futuro”

Comune di Motta San Giovanni, vice Sindaco Benedetto ammette: “i Beni culturali, il territorio e la sua storia sono il nostro futuro, Parco Archeologico ed Antiquarium luoghi di attrazione ”

motta san giovanniCredo profondamente che la scommessa vincente per il futuro sociale ed economico del nostro territorio sia puntare sulle sue bellezze storiche ed ambientali”. Queste le prime considerazioni dell’Assessore Benedetto, Vice Sindaco del Comune di Motta San Giovanni a seguito dell’incontro operativo avuto a Reggio Calabria presso il Museo Nazionale sede della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria. “Aver ottenuto un finanziamento di 300 mila euro per la realizzazione dell’area archeologica di Lazzaro ( ed il completamento, tanto atteso, dei lavori dell’Antiquarium Leucopetra, credo che possa essere un motivo di soddisfazione ed una occasione unica che può centrare l’obiettivo di valorizzare il nostro patrimonio archeologico e, cosi, provare ad instaurare un sistema economico capace di radicarsi sul territorio e favorire l’emergere di tutte le potenzialità inespresse incrementando beni e servizi”.

In questi giorni, continua Benedetto, abbiamo avviato una task force di tecnici ed amministrativi per non perdere tempo utile; assieme alla Dott.ssa Bonomi, ora Soprintendente a Padova, raggiunta più volte telefonicamente abbiamo organizzato con la collaborazione della Dott.ssa Andronico un gruppo operativo che dovrebbe consentirci un rapido avvio dei lavori già appaltati, a tal riguardo un ringraziamento all’ Ing. Mauro dell’Ufficio Tecnico del Comune di Motta San Giovanni ed ai tecnici degli altri enti per la loro preziosa disponibilità; lavori che riguardano un progetto che si sviluppa nell’ambito della programmazione Regionale per la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale calabrese e si configura come il completamento dei progetti relativi al Parco Archeologico di Bova Marina, dell’ Antiquarium Leucopetra e del Parco Archeologico di Lazzaro”.

“Entrambe le aree rappresentano due validi esempi di valenza architettonico-culturale presenti nel territorio reggino che testimoniano il ruolo centrale che Reggio Calabria, soprattutto nel suo versante ionico, ha avuto nel tempo passando dalla colonizzazione magno-greca, romana e bizantina, e come tali meritano di essere messi a disposizione dei fruitori per un turismo sostenibile ed il perseguimento dello sviluppo economico del territorio che avrebbe come principale vocazione quella turistica, la strada per questi risultati è lunga ma non penso impossibile”. Al fine di una meglio valutazione e di una giusta comunicazione dei particolari del progetto, conclude Benedetto, insieme al Sindaco Paolo Laganà ed all’Amministrazione, a breve pensiamo di organizzare presso l’Antiquarium di Lazzaro un appuntamento pubblico dedicato ai beni culturali ed alla loro valorizzazione.