Montebello Jonico (Rc): i commissari rinunciano al rimborso statale a favore del territorio

Il provvedimento prevede l’utilizzo del contributo statale che ammonta a circa 75 mila euro per una serie di interventi sul territorio fra cui la rete idrica e fognaria

MontebelloI rimborsi dei commissari per l’anno 2015 saranno interamente destinati a favore del territorio, per realizzare interventi mirati a migliorare i servizi per i cittadini di Montebello Jonico. E’ quanto scritto sul provvedimento dei vice prefetti Mario Muccio e Antonio Giaccari e dal funzionario economico/finanziario Giuseppe Guglielmo Giliberto. Il contributo statale per il rimborso degli oneri di funzionamento della commissione straordinaria è di circa 75 mila euro, come riportato sulla Gazzetta del Sud di stamani, che saranno destinata ad una serie di interventi sul territorio peraltro già individuati e programmati: : 20mila per interventi su rete idrica e fognaria, 6mila per interventi su edifici pubblici, 10mila per la sistemazione e la messa a norma dell’impianto elettrico della struttura polivalente di Saline, 30mila per l’acquisto di bloccato da utilizzare in operazioni di protezione civile, 3mila per interventi sulla viabilità e 5mila per l’acquisto di un gruppo elettrogeno per gli uffici comunali. I vice prefetti che hanno deliberato l’atto, hanno ben pensato che il territorio, già sofferente di alcune problematiche necessitasse di questo budget “aggiuntivo”, le risorse infatti non sono mai abbastanza, e se la norma lo permette perché non farlo per il bene del territorio ed i cittadini. Di fatti il provvedimento è stato deliberato sulla base dell’art.1 comma VII della legge 296/ 2006. La cifra da destinare a interventi sul territorio e acquisto di beni è già stata richiesta al ministero degli Interni con nota del responsabile del settore Finanziario.