Messina, stalkeraggio dei politici per l’assegnazione delle case popolari: Zuccarello e Sindoni mandano le carte in Procura

I due consiglieri comunali pretendono un’operazione-verità dopo le dichiarazioni rilasciate dal dirigente di Palazzo Zanca

sindoni zuccarello (2)Figli di un dio minore per ragioni partitiche: le improvvide dichiarazioni rilasciate lo scorso aprile dal dirigente del Dipartimento Politiche per la Casa, Maria Canale, rischiano di scatenare un polverone a distanza di mesi. Sì, perché la burocrate di Palazzo Zanca ha rivelato di essere stata sottoposta a indebite pressioni sul tema dell’assegnazione degli alloggi popolari, pressioni che sarebbero venute anche da esponenti del mondo della politica cittadina. Sul punto Daniele Zuccarello e Donatella Sindoni hanno “drizzato le antenne” chiedendo all’assessore al Risanamento, Sebastiano Pino, di far luce sulla vicenda. In assenza di riscontri da parte dell’Amministrazione, i due esponenti del consesso civico hanno depositato un esposto in Procura, affinché sia realizzata un’operazione trasparenza che consenta di individuare nettamente le responsabilità di chi avrebbe compiuto simili irregolarità.