Messina, spaccio di droga: arrivano le condanne per gli “affari di famiglia”

Mano pesante per il traffico di stupefacenti nell’area nebroidea

tribunale messinaSono arrivate nel pomeriggio di ieri le sentenze di condanna emesse dal gup Monica Marino e destinate a smantellare un’organizzazione dedita al traffico di stupefacenti. A finire nelle patrie galere Francesco Conti Mica, considerato il capo della cellula criminale che operava nell’area dei Nebrodi, condannato a 13 anni ed 8 mesi. Pene leggermente più lievi per la madre, Luisa Bontempo, e i fratelli Andra e Carmelo Calà Campana: per loro sette anni di reclusione. L’operazione antidroga “Affari di famiglia” aveva portato alla luce un traffico intenso di cocaina ed hashish.