Messina, Nibali torna in sella: là dove divenne leggenda [FOTO]

Lo Squalo dello Stretto al Granfondo in suo onore

vincenzo nibali granfondoVincenzo Nibali torna in città: lo Squalo dello Stretto riabbraccia la “sua” Messina, quella città che rappresenta da sempre, per il campione, un’oasi di pace. Lo fa con la semplicità che lo caratterizza, col tono dismesso di chi è già concentrato sulle prossime sfide da vincere, sui nuovi record da eguagliare. Il Tour è dietro l’angolo e la bici non può essere abbandonata, così il primo Granfondo in suo onore – ideato dal fan club cittadino – diventa l’occasione per rilassarsi ed allenarsi al tempo stesso. Una gara, quella partita stamane alle 9.30 da Piazza Municipio, che si sta snodando lungo le strade in cui è sorta la sua leggenda, quell’immagine aurea del talento naturale che lo ha accompagnato nella conquista d’oltralpe. Da piazza Duomo si procederà per via Garibaldi, la Statale 113 per poi cominciare le scalate toccando Castanea, Salici, Torregrotta ed il Colli Peloritani. Infine il ritorno a Messina. Mille persone hanno deciso di aderire alla manifestazione, segno di quanto l’uomo sia legato al territorio natìo e di quanto sia apprezzato dalla sua comunità. L’iniziativa, patrocinata dall’Amministrazione, vale anche come prova di Campionato Nazionale Granfondo Acsi Ciclismo e vede la partecipazione, fra gli altri, di Michele Scarponi, Valerio Agnoli, Enrico Gasparotto, Giampaolo Caruso e Gianmaria Bruni. Tutti insieme per festeggiare lo Squalo, nell’attesa che “sbrani” nuovi traguardi portando in alto la bandiera di Messina.

[foto tratte dai social-network]