Messina, la nave dal nome osé. Su facebook scatta l’ironia: ecco la storia di Asuka

L’imbarcazione è ormeggiata da ieri nel porto cittadino: centinaia di scatti hanno invaso la rete

11128339_10207082953696519_1560385635_nIl passaggio di una nave crociera in città sta animando un curioso dibattito sui social network. A far discutere la virtuale comunità messinese è il nome dell’imbarcazione: Asuka, termine che – nel contesto siciliano, se declinato poco correttamente – evoca immagini e suggestioni dal sapore vagamente erotico.

10563630_10207087419088151_866195561_nIn realtà il periodo Asuka, nella storia nipponica, indica il primo periodo buddista, quello racchiuso generalmente fra il 550 ed il 700. Esso deve il suo nome ad Asuka kyō, capitale imperiale del regno e terra lastricata da conflitti familiari, da clan che ne destabilizzarono nel lungo periodo le sorti.

Ciò che dovrebbe far sorridere, semmai, è quell’incomprensibile carattere giapponese posto sopra il nome dell’imbarcazione. Esso, infatti, si traduce letteralmente con “uccello volante“. E insomma: due elementi fanno un indizio.