Messina, minacciava i fedeli per avere una buona elemosina

L’uomo è stato fermato dai Carabinieri e consegnato alle cure di una casa di custodia

carabinieri5Dopo le innumerevoli denunce e i tentativi del parroco di ricondurre la faccenda a più miti consigli, è stato consegnato alle cure di una casa di custodia l’uomo che da tempo, a Contesse, disturbava i parrocchiani chiedendo a muso duro l’elemosina. Affetto da qualche problema di natura psichica, il 35enne per mesi aveva beneficiato di un trattamento indulgente da parte di chi voleva far rientrare il caso senza coinvolgere le autorità. Ma le aggressioni verbali e talora gli spintoni fisici non accennavano a diminuire: da qui l’intervento dell’Arma su disposizione del giudice.