Messina, sette mesi di attesa: l’inceneritore di San Raineri è ancora lì

Quando partiranno i lavori? Un’incognita che non trova risposte

inceneritore san raineriLa famosa fase 2, quella della demolizione dell’inceneritore di San Raineri, tarda ad arrivare: sono passati sette mesi, eppure il famigerato completamento dell’attività di demolizione resta un miraggio. La denuncia, o per meglio dire l’ennesima sollecitazione indirizzata al sindaco e alle autorità regionali, l’hanno firmata – ancora una volta – Vento dello Stretto, ZDA e Fare Verde. Le tre realtà, impegnate da tempi in questa battaglia, chiedono informazioni chiare sull’inizio dei lavori, anche al fine di fugare i dubbi maturati su eventuali azioni di bonifica necessarie o indispensabili. “Nel ribadire, una volta ancora, l’indescrivibile stato di degrado in cui versa la Zona Falcata, e nel rinnovare sempre di più e sempre più forte la convinzione che proprio da essa potrebbe avere inizio la rinascita della nostra Città” le sigle evidenziano come “il reiterarsi di questa situazione sia ormai inaccettabile, e ritengono non più rinviabile un’azione concreta, sinergica e coordinata di bonifica dell’area e di riqualificazione di questa porzione di territorio“.