Messina, illuminazione a Larderia. De Cola precisa: già stanziati 260mila euro, ma faremo di più

Per l’assessore un sereno confronto avrebbe evitato ogni equivoco di sorta

sergio de colaIn merito alle recenti contestazioni, relative agli impianti di pubblica illuminazione a Larderia, portate avanti anche con manifestazioni davanti Palazzo Zanca, ed alle relative notizie apparse sulla stampa, l’assessore ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola, in una nota, precisa che: “Stiamo andando avanti attuando la politica di intervento condivisa con il Consiglio comunale. In particolare l’amministrazione ha destinato 260 mila euro (fondi Tasi) al rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione di Larderia Inferiore ed è attualmente in corso la gara per individuare la ditta a cui affidare i lavori. In seguito alla gara, una volta avuta contezza del ribasso ottenuto, potrebbe prevedersi un intervento anche sull’impianto di Larderia Superiore. Le scelte di Giunta e di Consiglio, e le conseguenti azioni - prosegue De Cola – come deducibile dagli atti, sono state intraprese da parecchio tempo e certamente molto prima delle recenti proteste. Giustamente i cittadini chiedono interventi sul territorio, ma un confronto preliminare con gli uffici avrebbe  probabilmente evitato l’assordante e non del tutto utile rullo di tamburi all’ingresso di Palazzo Zanca. Saremo in grado di riportare la città a migliori condizioni collaborando tutti, proseguendo nella strada già intrapresa con il Consiglio comunale e le Circoscrizioni. Siamo stati in grado - conclude l’assessore – di aumentare significativamente le somme previste per le manutenzioni e la destinazione delle stesse è stata ampiamente condivisa. Continuare su questo percorso è certamente più utile ai cittadini, anche se forse darà meno visibilità  a qualcuno“.