Messina, la differenziata sbarca in carcere: i detenuti coinvolti nel progetto

Ciacci e Accorinti in visita alla casa circondariale: in due mesi ottimi risultati

raccolta_differenziataSi è svolto oggi il primo incontro formativo ai detenuti del carcere di Gazzi a Messina sui temi della raccolta differenziata e del riciclo degli scarti.

L’incontro, organizzato dal Direttore Calogero Tessitore, assieme al Sindaco di Messina Renato Accorinti e al Liquidatore di Messinambiente, Alessio Ciacci, ha visto partecipare alcune decine di detenuti, coinvolti, da alcune settimane dall’avvio della raccolta differenziata nel carcere.

Dal 4 Aprile scorso, infatti, all’interno del carcere sono stati collocati i cassoni della raccolta differenziata che hanno permesso ai detenuti e ai dipendenti della struttura detentiva di separare i loro scarti ed ogni settimana Messinambiente effettua la raccolta. In un mese sono state raccolte oltre 4 tonnellate di carta e cartone ed oltre 2 di plastica. Sei tonnellate di materiale che non è andato dunque ad occupare discariche ma che è stato avviato a seconda vita con un notevole beneficio ambientale ed economico.

Con il supporto del Responsabile della Raccolta differenziata di Messinambiente, Cesare Corrieri, è stato illustrata al pubblico presente l’importanza del riciclo dei materiali ed il loro destino. I detenuti hanno partecipato attivamente, condividendo gli sforzi fin qui fatti per aumentare la raccolta differenziata e per programmare ulteriori miglioramenti. Tra alcune settimane, quando il sistema sarà entrato definitivamente a regime sarà organizzata anche una presentazione nella struttura dei risultati aperta alla stampa.

Sono convinto della bontà dell’iniziativa – afferma il Direttore Tessitore – Siamo partiti pian piano ma ci stiamo continuamente migliorando. Lo dimostra la partecipazione convinta degli ospiti che con le loro domande ed interventi hanno cercato di dare spunti importanti per migliorare continuamente il servizio”.

accorinti e ciacciDal carcere un esempio importante per il resto della città, un grande passo di civilità, nel rispetto delle regole. E’ stato un incontro importante quello svolto a Gazzi - dichiara il Sindaco Accorinti – Un ulteriore importante tassello per continuare a costruire una città migliore. Un percorso che vuole coinvolgere tutti, nessuno escluso, nel cambiamento per aumentare la consapevolezza e la responsabilità collettiva e migliorare i nostri comportamenti e la sostenibilità ambientale. La pulizia dell’ambiente ci rende anche più puliti dentro”.

Messinambiente – dichiara Ciacci – è sempre più impegnata nel cercare di costruire percorsi di informazione e sensibilizzazione. Tutti i cittadini devono conoscere le filiere dei materiali per come vengono riciclati. Sul nostro sito internet abbiamo pubblicato tutte le aziende che si occupano del riciclo.  Grazie al Carcere di Gazzi per la grande ospitalità e per il contributo importante ad aumentare la raccolta differenziata, solo in questo modo, unendo le forze, questa città può incrementare i propri livelli di sostenibilità”.

Nelle prossime settimane sarà anche formalizzato un accordo tra Comune, Messinambiente ed il Carcere per l’utilizzo in lavori socialmente utili del lavoro di alcuni detenuti.