Messina, un coordinamento culturale per la città: arrivano i fondi Ue

Con un finanziamento di 650mila euro, il Comune punta a valorizzare il settore istituendo una cabina di regia

Palacultura AntonelloUno stanziamento europeo da 650mila euro per investire sulla cultura: Messina beneficerà di questi fondi, intercettati dalla Regione, per sviluppare i servizi nel proprio territorio valorizzando l’arte e l’architettura contemporanea. In sostanza al Palacultura nascerà una sorta di Coordinamento fra il Comune ed un’associazione temporanea d’imprese che diverrà il punto di riferimento per i beni culturali presenti in città. Esso dovrà sviluppare, inoltre, collaborazioni sul piano nazionale ed internazionale con enti analoghi, creando nell’immediato un cartellone di eventi in vista della stagione estiva. Secondo le linee guida di Palazzo Zanca bisognerà ampliare lo spettro delle competenze, valorizzando le specificità locali senza restare ancorati alla dimensione particolaristica: bisognerà cioè spaziare dalla musica jazz alla street art, giù fino alle fiere culinarie. Il centro potrà, in tal senso, rivolgersi tanto agli studenti quanto alla cittadinanza.