Messina, il Comune punta sulla differenziata della carta e inaugura il PalaComieco

Anche a Messina parte la campagna per sensibilizzare i bambini e gli adulti sul tema del riciclo

palacomieco accorinti ciacciNel corso di una conferenza stampa, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, dell’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, del commissario di Messinambiente, Alessio Ciacci, e del presidente di Comieco, Ignazio Capuano, è stato inaugurato stamani, giovedì 7, a Piazza Duomo, il PalaComieco, la storica struttura itinerante che da 10 anni sensibilizza adulti e bambini di tutta Italia sul tema del riciclo e della raccolta differenziata di carta e cartone.

palacomieco L’evento fa seguito all’accordo integrativo alla convenzione tra Comieco e Messinambiente, firmato stamani nella stanza del sindaco Accorinti, con l’obiettivo di perseguire il potenziamento e l’implementazione del servizio di raccolta differenziata urbana di carta e cartone mediante interventi descritti nel Programma di sviluppo della raccolta al Sud, concordato dalle parti, e la relativa tempistica di attivazione delle procedure di acquisto e delle attrezzature, comprensivo delle attività di sensibilizzazione ed informazione degli utenti.

Fino al 10 maggio, le nuove “scatole” in cartone del PalaComieco, promosso da Comieco – Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica, in collaborazione con il Comune e Messinambiente Spa, rimarranno in Piazza Duomo con ingresso libero dalle ore 9 alle 19. palacomieco accorintiQuest’anno, per celebrare i 30 anni di attività del Consorzio e i 10 anni del PalaComieco, la struttura è stata completamente rinnovata, trasformando il cartone nel protagonista indiscusso. Sono di cartone, infatti, le pareti esterne dei padiglioni, grazie a speciali pannelli che danno la sensazione di trovarsi di fronte a tre grandi “scatoloni” tutti da esplorare. Sono di cartone anche le installazioni interne, che sposano le più moderne tecnologie e trasformano un materiale di uso comune in un supporto interattivo che nulla ha da invidiare a tablet o computer touchscreen.

Il percorso verso una città più virtuosa in tema di gestione dei rifiuti continua e la presenza di Comieco in città – hanno sottolineato il sindaco Accorinti e l’assessore Ialacqua – ne è l’ulteriore conferma. L’attenzione che il consorzio presta a Messina per farne tappa nazionale della loro campagna nazionale ed il sostegno che lo stesso consorzio darà a Messinambiente per l’ampliamento della campagna di raccolta differenziata, ci inorgoglisce e si unisce all’avvio del porta a porta in alcuni villaggi cittadini ed alle tante iniziative già intraprese o in attesa di essere avviate che consentiranno finalmente a Messina di attuare pienamente la normativa in tema di gestione dei rifiuti e di raccolta differenziata“.palacomieco accorinti ciacci Il commissario di Messinambiente, Alessio Ciacci, ha ribadito che: “Finalmente la città di Messina riesce ad attrarre per la prima volta iniziative e finanziamenti nazionali sui temi della sostenibilità ambientale e del riciclo dei materiali. L’avvio della raccolta differenziata, il miglioramento della qualità dei materiali, l’estensione del porta a porta sono i primi ed importanti risultati della nuova Messinambiente. Un’azienda pubblica che da oltre un anno considera questi temi le priorità aziendali e propri obiettivi strategici. Grazie a Comieco, al suo Presidente e a tutta la struttura, per questo importante sostegno ed il percorso di preziosa collaborazione avviato da alcuni mesi che ci porta oggi a consolidare ulteriori ed importanti sinergie. Grazie anche a tutti i cittadini messinesi per la risposta molto positiva alle nuove iniziative volte a costruire un futuro ed una città più sostenibili”.

Il presidente di Comieco, Ignazio Capuano ha aggiunto che: “Con questa iniziativa desideriamo mostrare ai cittadini, ed in particolare ai bambini, quanto sia importante fare bene la raccolta differenziata, spiegando loro cosa succede davvero a giornali, scatole e sacchetti di carta che buttiamo nel cassonetto. Infatti, differenziando anche solo due scatole di cartoncino, un giornale, uno scatolone di cartone, un portauova e tre sacchetti di carta in più, la raccolta pro-capite a Messina (pari a circa 14 kg nel 2014) aumenterebbe di 1 kg, traducendosi in un incremento di 240 mila kg di carta e cartone raccolti a livello cittadino. palacomieco ialacquaC’è ancora molto lavoro da fare, sia nella provincia di Messina (dove ci si attesta a quasi 11 kg per abitante nel 2014), che a livello regionale. In Sicilia sono state raccolte 82.000 tonnellate di carta e cartone, con una crescita incoraggiante rispetto all’anno precedente (+3,9%). Nonostante ciò, l’isola ha ampi margini di miglioramento nella raccolta di carta e cartone, con poco più di 16 kg per abitante, contro una media nazionale di 48 kg. Le nostre iniziative hanno lo scopo di incoraggiare la diffusione di questa buona abitudine all’interno del territorio, fino a raggiungere, e perfino superare, le performance delle altre Regioni”.

Da 10 anni il PalaComieco viaggia per tutto il Paese, portando il “ciclo del riciclo” di carta e cartone nel cuore delle città italiane: nel corso di questi anni il tour ha già toccato 100 piazze e coinvolto oltre 170 mila visitatori. Il rinnovato PalaComieco farà tappa anche a Ragusa (14-17 maggio), in vista del tour autunnale.

Nel corso dell’iniziativa, le guide le guide condurranno piccoli e grandi visitatori in un viaggio, all’interno delle grandi “scatole di cartone”, nel mondo del riciclo di carta e cartone attraverso tre tappe, una per ognuno dei padiglioni che compongono la struttura. Al Palacomieco si impara giocando, per questo la visita inizia con la divisione della classe in squadre ognuna con un compito durante tutto il percorso. Si parte dalla scoperta dei diversi tipi di carta ed imballaggi, da toccare con mano in una galleria di “ritratti” che ne raccoglie le varie tipologie. Un totem interattivo, inoltre, consente di familiarizzare con le numerose forme in cui possono trasformarsi la carta, il cartone e il cartoncino quando entrano nelle nostre vite quotidiane sottoforma di imballaggi o altri oggetti di uso comune.

ciacciAll’interno del secondo padiglione, si passa poi al funzionamento delle diverse fasi del ciclo del riciclo di carta e cartone, sperimentandole direttamente attraverso speciali postazioni interattive: dalla raccolta differenziata dei materiali negli appositi bidoncini, alla simulazione di una piattaforma di selezione tramite un tavolo touchscreen per passare ad un pulper e ad una macchina continua in miniatura, che trasformano il macero in nuova carta. Il ciclo si chiude con uno speciale plotter: agendo direttamente su “pulsanti”, stampati sul cartone con lo speciale inchiostro bare conductive – si può scegliere una tipologia di imballaggio (porta occhiali, porta matite, porta merenda) e veder uscire la fustella nel giro di pochi secondi, pronta per essere montata e decorata. Infine, giunti al terzo padiglione, ci si sofferma sui benefici del riciclo di carta e cartone. Il quiz a squadre conclude la visita e mette alla prova i ragazzi su quanto appreso. Le tre squadre che saliranno sul podio avranno una coppa in cartoncino riciclato da personalizzare. Per tutti ci saranno gadget e materiale informativo in carta riciclata. In ogni padiglione, le attività sono accompagnate da un video di animazione esplicativo.

[foto tratte dai social-network]