Messina, cittadinanza onoraria a Di Matteo: “dov’era il Prefetto?”

E’ polemica sull’assenza di Trotta. Alagna (CMdB) pretende chiarezza

stefano trottaUn’assenza che fa rumore. Alla consegna della cittadinanza onoraria al pm Nino Di Matteo non ha preso parte il Prefetto Stefano Trotta. A evidenziare la sua assenza è stato Federico Alagna, portavoce di Cambiamo Messina dal Basso: “A quanto ci risulta - ha affermato Alagna – non solo il Prefetto non ha ritenuto doveroso prendere parte all’iniziativa, ma non si è nemmeno preoccupato di rispondere all’invito, né di indicare un suo delegato“.  Evidenziando la gravità dell’assenza del più alto rappresentante dello Stato, l’esponente della lista accorintiano ha poi precisato: “Se si tratta di una sua iniziativa individuale, è stato senza dubbio uno sgarbo istituzionale di estrema gravità, per il quale dovrebbero essere presi provvedimenti adeguati da parte del Ministro degli Interni, che proprio oggi celebrava in grande stile l’intitolazione ad Antonino Saetta e Rosario Livatino, magistrati uccisi dalla mafia, dell’aula magna del tribunale di Caltanissetta. Se, invece, l’ordine è partito da Roma, allora sembrerebbe proprio che le più alte istituzioni abbiano davvero gettato la maschera, isolando platealmente Di Matteo e chi oggi lo sosteneva”.