Messina, la bellezza dello Stretto: “Un mare di opportunità”

Tre giorni per rilanciare quel tratto di mare che separa l’isola dal continente

MeSea_Locandina_Attività.002Riscoprire il fascino di Messina attraverso una serie di eventi culturali volti a valorizzare il territorio: è questo il fine ultimo di Me&Sea, un progetto promosso dalla Commissione Europea per i problemi correlati alla conoscenza e alla sensibilizzazione delle risorse marine.

Dal 2008 il 20 Maggio è diventata simbolicamente la Giornata Europea del Mare: quest’anno le celebrazioni ufficiali si svolgeranno in Grecia, a Pireus, e gli Stati europei saranno chiamati ad uno sforzo progettuale per difendere la risorsa comune. Sul fronte cittadino, in una terra dove la portualità è sempre stato uno dei punti di forza dell’economia, nel sessantesimo anniversario della Conferenza di Messina, l’associazione FeelLand ha voluto esaltare la vocazione marittima della comunità promuovendo, in collaborazione con la Lega Navale e con il Presidio Slow Food Valdemone, il progetto Me&Sea nell’area metropolitana dello Stretto.

L’evento, una tre giorni (29-31 maggio) che verrà presentata ufficialmente il prossimo giovedì presso la libreria Colapesce, vuole far rivivere la bellezza di Scilla e Cariddi ai messinesi, attraverso la riscoperta delle attività artistiche, enogastronomiche e sportive presenti nel territorio. L’Amministrazione ha ovviamente sposato l’iniziativa, avendo al suo interno una figura specifica preposta a queste attività, l’Assessore Sebastiano Pino con delega alle Risorse del Mare.