Messina, anestesia e rianimazione: il primo incontro interscuola al Policlinico

L’appuntamento gratuito è previsto per il 15 maggio

policlinico-messina1Medici in formazione si confrontano il 15 maggio al Policlinico di Messina durante  il corso “I curari tra passato, presente e futuro”. Ad essere coinvolte sono le tre Scuole siciliane di Specializzazione in Anestesia, Rianimazione, Terapia Intensiva e del Dolore. Messina, Catania e Palermo si riuniranno, dunque, per il primo di questi incontri interscuola, a partire dalle ore 9 al palazzo dei congressi  dell’AOU Policlinico G. Martino.

Gli incontri, che rientrano in un programma didattico condiviso dai tre direttori di Scuola, avranno lo scopo di affrontare con rigore scientifico sessioni monotematiche di grande impatto disciplinare clinico-assistenziale e saranno gli stessi Medici in Formazione delle tre scuole che , sotto tutoraggio dei docenti, presenteranno le relazioni loro assegnate.

Di questa prima edizione è responsabile scientifico il Prof. Epifanio Mondello che dirige la Scuola di Messina. L’organizzazione è stata effettuata in collaborazione con il Prof. Antonino Giarratano che dirige la Scuola di Palermo e la Prof.ssa Marinella Astuto che dirige la Scuola di Catania.

I curari sono farmaci, impiegati in anestesia generale, che agiscono sulla muscolatura volontaria con effetti paralizzanti, in quanto bloccano la trasmissione degli impulsi dai nervi motori alle fibre muscolari. Durante il convegno saranno analizzati tutti gli aspetti più rilevanti legati al loro uso e alla loro gestione soprattutto nei pazienti più critici.

L’incontro fa parte del programma di educazione continua in medicina ed è rivolto anche a Medici Chirurghi specialisti in Anestesia e Rianimazione e Farmacisti. La partecipazione è gratuita. Le iscrizioni devono essere effettuate via mail all’indirizzo atenacongressi@atenacongressi.it e verranno accettate secondo l’ordine cronologico di arrivo,  fino ad massimo di 50 adesioni.