Anche Messina aderisce all’Euromelanoma day

L’UOC di Dermatologia dell’Ospedale Gaetano Martino indica le regole per non rischiare

policlinico-messina1È tra i più temibili tumori cutanei. Il melanoma ogni anno fa registrare 7000 nuovi casi, con almeno 1500 vittime che pagano il prezzo più alto. Per questa ragione l’UOC di Dermatologia dell’AOU “G. Martino” ha deciso di aderire quest’anno all’EUROMELANOMA DAY, celebrato in tutta Europa l’ 8 e il 9  maggio. In queste due giornate – venerdì 8 dalle  9.00 alle  17.00 e sabato 9 dalle 9.00 alle 13.00 -  saranno fornite informazioni agli utenti per aiutarli a conoscere più da vicino questa patologia e i suoi rischi.

Un evento promosso in Italia dalla SIDeMaST, Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse. La consapevolezza, dunque, come arma di prevenzione perché ci sono diversi elementi che possono determinare la comparsa di un melanoma. La predisposizione genetica, la carnagione chiara e un numero particolarmente alto di nei sono di certo tra i fattori più ricorrenti. Tuttavia gli studi hanno ormai dimostrato che anche l’incauta esposizione al sole, con le conseguenti scottature solari – soprattutto in giovane età -  contribuisce significativamente all’insorgenza di questo tumore della pelle.

Da qui l’importanza di una campagna di sensibilizzazione che punta soprattutto a diffondere regole elementari, ma di vitale importanza: prudenza di fronte ai raggi solari, controlli periodici e visite dermatologiche. Solo con una diagnosi precoce, infatti, è possibile modificare favorevolmente il decorso della malattia e ridurne la mortalità.