Messina, A20 a rischio paralisi: edili senza stipendio e senza ferie

I lavoratori pretendono un incontro chiarificatore con le istituzioni

coda autostradaUn anno senza ferie e sei mesi senza stipendio: la condizione dei lavoratori che stanno mettendo in sicurezza l’A20, lungo la tratta Buonfornello-Sant’Agata, è esasperante. Per questa ragione gli edili dell’azienda di costruzioni Drago hanno ventilato l’ipotesi di uno sciopero. Se questa misura fosse attuata, i disagi alla viabilità autostradale comprometterebbero ulteriormente la nomea del CAS, già lesa dalle vicende relative ai viadotti Scorciavacche e Himera.

I lavoratori per ora hanno chiesto un incontro coi responsabili del Consorzio alla presenza del Prefetto, del Presidente regionale e dell’assessore alle Infrastrutture. A finire nel mirino, secondo la Fillea, dovrebbe essere il “sub-appalto mascherato” che avrebbe concesso in delega la gestione diretta non già alla Eurotel vincitrice dell’appalto, ma per l’appunto alla Drago srl di Tusa, ritenuta con ogni evidenza inadempiente. Le richieste più volte avanzate dai lavoratori sono cadute finora nel vuoto: il rischio di paralizzare l’A20, però, adesso si fa concreto. Gli edili pretendono risposte.