Melito (Rc): “i dipendenti della Cooperativa Rinascita non hanno percepito l’ennesimo stipendio”

La Usb denuncia l’ennesimo mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti della Cooperativa Rinasciata di Melito di Porto Salvo

usbLa Usb di Reggio Calabria denuncia la mancata erogazione da parte della Cooperativa Rinascita di Melito Porto Salvo dell’ennesimo stipendio ai dipendenti: “Dopo essersi visti imporre un contratto di solidarietà discriminatorio(in quanto è prevista la diminuzione dell’orario di lavoro con conseguente riduzione dello stipendio del 50%,) i dipendenti della Cooperativa Rinasciata di Melito di Porto Salvo non hanno percepito, neppure questo mese lo  stipendio, che si va ad aggiungere al mancato pagamento di altre 15 mensilità arretrate. Il progressivo aggravarsi dei pagamenti  pone le maestranze in uno stato di profondo disagio e frustrazione personale e familiare. Come sindacato usb chiediamo, l’immediato pagamento di tutte le mensilità, la sospensione del contratto di solidarietà ritenuto illegittimo in quanto discriminatorio nei confronti dei lavoratori non soci( i quali si vedono costretti  a causa di carenza di personale ad effettuare mansioni  diverse dal proprio inquadramento, non potendo garantirei livelli minimi di assistenza in una struttura residenziale con venti posti letto psichiatrici, soprattutto nei momenti di gravi tensioni, quali, ad esempio, stati di crisi e agitazione tipici di questa tipologia di utenti). Come usb preso atto dell’aggravarsi delle condizioni di gestione all’interno  dell’azienda, siamo costretti ad attivare tutte le forme di protesta necessarie per impedire il ripetersi di atti cosi gravi che ricadono sia sui dipendenti sia sugli utenti. Chiediamo, inoltre, l’immediato intervento di S.E il prefetto di Reggio Calabria con la convocazione delle parti per porre fine allo stato di disagio vissuto all’interno della cooperativa”.