“La Calabria non è il Veneto”: Il Pd di Renzi a Oliverio si riscopre leghista. Altro che Salvini … E Falcomatà?

La Calabria insultata da Oliverio e Renzi: “non è il Veneto, purtroppo”. E se queste dichiarazioni le avesse fatte Salvini? Il sindaco di Reggio non ha proferito parola

renzi falcomatà (13)La punta estrema dello stivale è stata negli anni considerata “la palla a piede” del sistema Italia da chi tentava di fare “secessioni“, da chi insultava i cittadini con termini tipo “nullafacenti” o “terroni“, gli stessi che oggi continuano con le ambizioni politiche di uscire dai loro confini nordici. Ma non sono i soli. La Calabria, infattinei giorni scorsi è stata umiliata e bistrattata da chi in realtà dovrebbe difendere la gente del Sud e risolvere i gravi problemi che affliggono la nostra Regione. Il Primo Ministro Renzi e poi il Governatore Oliverio hanno “buttato merda” sulla Calabria: se fosse come il Veneto, tutto sarebbe risolto”, “Renzi ha ragione, la Calabria non è il Veneto. Purtroppo”. Affermazioni toste, dure venute da chi ha le redini del potere e prometteva “una vera e propria rivoluzione”.

La Calabria ed i calabresi hanno sicuramente mille difetti e problemi: dalla disoccupazione alla ‘ndrangheta, dalla corruzione al malaffare diffuso, dalla rassegnazione al menefreghismo, ma di certo certe affermazioni non possono uscire dalla bocca di chi tutto ciò deve risolvere o cercare di farlo. E se queste affermazioni le avesse fatte Salvini, il leader della Lega Nord che di certo non tutela gli interessi della nostra terra? Levate di scudi, insulti, difese ad oltranza. Giustamente. Invece ora vige il silenzio, un silenzio assordante, tremendo, che fa paura. I compagni di partito di Renzi e Oliverio, vedi il sindaco di Reggio Falcomatà che pensano? E tutti gli altri? Da Forza Italia, al Nuovo Centro Destra, agli intellettuali, professionisti, sindaci, sapientoni che dicono? E’ il “modello Veneto” la soluzione per la Calabria? Forse sì, forse no. Ma è giusto che Renzi e addirittura Oliverio, calabrese e governatore dei calabresi, si esprimano così tarpando quel briciolo di orgoglio che ancora ci rimaneva? 

Dovremmo provare ognuno nel proprio ambito, da buoni calabresi ed innamorati della nostra terra, a tirare fuori gli artigli e un po’ di sano orgoglio per risollevare le sorti di una terra bella e disgraziata.