Insegnante sospesa a Villa San Giovanni: i bambini non volevano andare più a scuola [DETTAGLI]

Erano cosi’ tante le umiliazioni e le percosse che alcuni bambini si rifiutavano di andare a scuola per non incontrare l’insegnante che li maltrattava

violenza-donneErano cosi’ tante le umiliazioni e le percosse che alcuni bambini si rifiutavano di andare a scuola per non incontrare l’insegnante che li maltrattava. E’ quanto emerso dalle indagini della squadra e della polizia provinciale di Reggio Calabria che stamane hanno notificato un provvedimento cautelare di sospensione e interdizione nei confronti di una insegnante di scuola elementare di Villa San Giovanni. Le vittime dei maltrattamenti dell’insegnante sono state numerose e tutte hanno raccontato di aver subito vessazioni di ogni genere. L’insegnante, inoltre, si e’ anche spinta ad usare oggetti contundenti per picchiare i bambini. Proprio le continue percosse ha portato le numerose vittime a non frequentare piu’ volentieri la scuola ed a trovare scuse di ogni genere per non seguire le lezioni. Il provvedimento cautelare emesso dal giudice per le indagini preliminari di Reggio Calabria e’ stato eseguito stamane nei confronti dell’insegnante e contestualmente sono stati informati il provveditorato e i dirigenti scolastici competenti.