“Il Governo si ricorda della Calabria solo in campagna elettorale”, Caridi (Gal) parla della visita del vice segretario del PD Guerini

Il senatore Antonio Caridi parla della visita del vice segretario Lorenzo Guerini in Calabria durante la campagna elettorali

LaPresse

LaPresse

È paradossale vedere il Pd e i suoi esponenti nazionali fare passerelle in Calabria durante la campagna elettorale, con i soliti slogan, le solite promesse, per poi non fare niente e dimenticarsi di tutto una volta terminate le elezioni.” Lo afferma in una nota il Senatore Antonio Caridi, membro del Gruppo Grandi Autonomie e libertà, in merito alla visita del vice segretario del Partito Democratico Lorenzo Guerini in Calabria. “Questo Governo ha dimostrato di non avere alcuna considerazione della Calabria – continua Caridi – niente è stato ancora fatto per l’istituzione della Zes, anzi il vice segretario Guerini ha ritenuto opportuno non visitare affatto Gioia Tauro, non considerandola nemmeno in campagna elettorale. Renzi è bravo a dire in tv che tra un anno la Salerno-Reggio Calabria sarà completata, intanto non ci saranno i lavori di rafforzamento del pilone andato distrutto il 2 marzo nel tratto tra Mormanno e Laino Castello e la Calabria rimarrà isolata per tutta l’estate con danni gravissimi per il nostro turismo. Per Guerini va tutto bene – conclude Caridi – facile per chi visita la Calabria solo nei giorni di campagna elettorale, una volta finite le elezioni, i problemi rimangono e il Governo sparisce“.