Gli approdi portuali di Messina alla prova tedesca. De Simone loda la Tremestieri che verrà

Il presidente dell’Autorità portuale ha presentato le attrezzature pensate per i traffici internazionali. Nessuna menzione sui disagi del porto sito nella zona sud

ente porto messinaLe autorità portuali di Messina, Catania, Palermo e Augusta sono impegnate a promuovere le proprie attività al Trasport Logistic di Monaco di Baviera. Il prestigioso salone ha visto la Sicilia fare rete, nel tentativo di valorizzare i propri porti con la promessa di nuove infrastrutture. Sul fronte messinese Antonino De Simone ha parlato anche di Tremestieri, sulla scorta degli interventi previsti e non dei problemi assodati da tempo: “Per Messina e Tremestieri – ha dichiarato quest’ultimo a margine dell’evento – è stato molto apprezzato l’intervento dell’Authority nel dotare il porto di nuove strutture e attrezzature che permetteranno agli operatori di attirare nuovi traffici internazionali e collegamenti ro-ro con Paesi dell’area mediterranea, grazie anche alla consulenza dell’ICE e del Centro Trasporti e Logistica dell’Università La Sapienza di Roma in seno al Programma Export Sud. A Milazzo - ha proseguito il presidente - volgono ormai al termine (ottobre 2015) i lavori di ampliamento delle banchine e dei piazzali che hanno consentito un incremento delle banchine di 370 metri lineari e dei piazzali di mq 15.000. Sta per cominciare l’atteso dragaggio dei fondali e grande appeal – ha concluso De Simone – ha avuto l’area di Giammoro con la prossima realizzazione del pontile a servizio anche delle acciaierie Duferco”.