Gioia Tauro, omicidio elettrauto: catturato il latitante condannato all’ergastolo

Arrestato il latitante condannato all’ergastolo per l’omicidio di Fabrizio Pioli

Fabrizio PioliLa Guardia di finanza ha arrestato il latitante Francesco Napoli, 35 anni, di Melicucco (Reggio Calabria) condannato all’ergastolo insieme alla zio Antonio per l’omicidio di Fabrizio Pioli, di Gioia Tauro, avvenuto il 23 febbraio del 2012. Il cadavere fu trovato dopo circa un anno. Secondo l’accusa, Pioli fu ucciso perche’ aveva intrecciato una relazione con una donna sposata, Simona Napoli. Francesco Napoli, cugino della vittima, aveva fatto perdere le proprie tracce nel luglio scorso, sottraendosi all’arresto dopo la condanna di primo grado inflittagli dai giudici della Corte d’assise di Palmi. Le indagini dei carabinieri di Melicucco, insieme a quelli della Compagnia di Gioia Tauro, stamani hanno portato gli investigatori a Vibo Valentia, nel quartiere “Cancello Rosso”, dove Napoli si rifugiava pare da alcuni giorni all’interno di un appartamento. Avuta la certezza della sua presenza stamani e’ scattato il blitz della Guardia di finanza. Per l’omicidio di Pioli erano stati condannati anche il padre di Simona Napoli, Antonio (ergastolo) ed il fratello della giovane, Domenico (18 anni). Erano stati assolti, invece, la madre di Simona, Rosina Napoli, e Domenico Galata’ accusato di favoreggiamento nei confronti di Antonio Napoli.