Expo: colazione con le arance rosse di Sicilia al Cluster bio Mediterraneo

Tanti bambini sono stati coinvolti in uno spettacolo interattivo e multisensoriale

arance rosseArance protagoniste delle colazioni al Cluster bio mediterraneo. Ieri l’azienda Oranfrizer, che esporta agrumi dalla nel mondo, ha coinvolto un numeroso gruppo di bambini delle scuole elementari in uno spettacolo interattivo e multisensoriale. Andrea Lucchetta, campione del mondo di pallavolo, e CiccioTempesta, animatore, hanno intrattenuto i piccoli alunni con lo spettacolo educativo “Colazione mediterranea nel giardino delle arance” guidandoli alla scoperta dei profumi e dei sapori degli agrumi della Piana di Catania e dell’arancia rossa di Sicilia Igp. Tra gli ospiti, il nutrizionista Francesco Leonardi ha enunciato i vantaggiosi benefici e le proprieta’ nutritive che le arance rosse ricche di antocianine e Vitamina C apportano al nostro organismo. Lo chef Carmelo Chiaramonte, invece, con alcuni bambini ha preparato il pane all’arancia, la buccia d’agrumi che apparentemente sembra uno scarto si e’ trasformata in un ingrediente, un aroma che si presta bene anche per la preparazione di ricette dolci e salate; alla colazione ha partecipato anche l’esperto Salvo Laudani e il tecnologo alimentare Francesco Galvano che hanno dato il via al gioco dei “succhi alla cieca” per far scoprire la differenza tra le varie bevande all’arancia e la spremuta fatta di sola frutta. Al termine della colazione e’ stata premiata la classe IV U dell’Istituto Comprensivo Carrara e Paesi a Mo riscontro positivo in relazione alle linee strategiche che stanno guidando il nostro lavoro”, ha detto l’ad Piero Manzoni. “Il settore eolico, per effetto della buona ventosita’ del periodo e dell’incremento della capacita’ installata, ha apportato il sostegno piu’ consistente, +18,8%, ai ricavi del Gruppo nel periodo di riferimento”. Continuera’ inoltre lo sviluppo del gruppo, si legge ancora nella nota, attraverso la costruzione e la messa in esercizio degli impianti autorizzati nel Regno Unito fino a 100MW.