Emergenza rifiuti in Calabria, chiusa la discarica di Pianopoli: rifiuti in strada a Vibo

I rifiuti rimarranno per le le strade almeno fino a domani mattina quando le porte di Pianopoli si dovrebbero riaprire

Discarica-PianopoliVibo Valentia torna ad essere invasa dai rifiuti a causa della chiusura della discarica di Pianopoli. Mancando un centro di deposito temporaneo, i rifiuti dovranno necessariamente permanere sulle strade, almeno fino a domani mattina, quando le porte di Pianopoli si dovrebbero riaprire per accogliere l’immondizia vibonese cosi’ come quella degli altri centri interessati. Sulla questione e’ intervenuta la parlamentare M5s Dalila Nesci che ha scritto al governatore Mario Oliverio. Nella missiva, la parlamentare ha illustrato come “Vibo Valentia e i comuni della sua provincia sono a fasi alterne teatro di orrori e fetori indicibili; per le vie, i quartieri e le aree di campagna”. “La Calabria – ha aggiunto la parlamentare – ha avuto una lunga emergenza ambientale, con sperpero di denaro pubblico, dal 2013 pende una nostra interrogazione sull’impiego di oltre un miliardo di euro che lo Stato ha inviato di proposito nella regione, mai valso a risolvere i disastri e a eliminare le speculazioni. A Vibo Valentia, dove la raccolta differenziata resta problematica, si terranno a breve le elezioni comunali. Il Movimento Cinque Stelle non e’ presente con una propria lista, sicche’ nessuno puo’ accusarci, in proposito, di strumentalizzazioni di sorta”. La Nesci quindi chiede al governatore di convocare “con urgenza un apposito tavolo tecnico presso la Presidenza della Regione, si’ da avviare un iter risolutivo per la provincia in parola, preferibilmente alla presenza dei candidati a sindaco di Vibo Valentia”.