Domani Messina-Salernitana, mister Di Costanzo: “adesso pensiamo a fare un gran passo in avanti”

Domani alle ore 15:00 al San Filippo arriva la capolista Salernitana già promossa in serie B: per il Messina una chance importante

Messina Lo Monaco Di Costanzo allenatore (13)Il campionato volge al termine ed il Messina si appresta ad affrontare l’ultima gara casalinga della regular season. Al “S.Filippo” i peloritani si misureranno con la prima della classe Salernitana che ha già staccato il biglietto per la serie cadetta nella precedente giornata, grazie al gol di Nigro che ha fermato l’inseguitrice Benevento sull’1-1.

Solo qualche settimana addietro pensare al match contro la corazzata amaranto preoccupava l’ambiente giallorosso che a 180 minuti dal termine del torneo deve ancora compiere un ultimo passo in avanti per potersi confermare nella posizione più alta della griglia play-out. Adesso, con la Salernitana già promossa in serie B, la partita di domani pomeriggio sembra essere meno ostica rispetto ai pronostici anche se il tecnico dei campani tiene precisare che vuol fare di tutto per battere il record di punti: “Ci piacerebbe battere anche questo record – commenta Leonardo Menichini ai microfoni del sito ufficiale ussalertanitana1919.it - che da anni appartiene al Bologna, ma sappiamo che non sarà facile. Affronteremo avversari in lotta per i rispettivi obiettivi, ma noi abbiamo grande voglia di chiudere al meglio questo campionato”.

Dall’altra parte ci sarà un Messina in cerca di una vittoria che manca da tantissimo tempo, i sei pareggi consecutivo dopo l’esonero di mister Grassadonia sono certamente un aspetto positivo ma vincere contro la Salernitana vorrebbe dire chiudere definitivamente il discorso del miglior piazzamento per i play-out come sottolinea il tecnico giallorosso Nello Di Costanzo nella consueta conferenza stampa alla vigilia della gara: “ Congratulazioni alla Salernitana, se hanno ottenuto la promozione in anticipo vuol dire che sono riusciti davvero a far qualcosa in più rispetto agli altri.. Dopo tanti pareggi noi naturalmente pensiamo a far un ulteriore gran passo in avanti e raggiungere la migliore posizione nella griglia play-out”.

Al cospetto dei neopromossi che, è bene ricordare, rappresentano la miglior difesa di tutta la Lega Pro con sole 26 reti subite l’Acr dovrà mettere da parte le recenti prestazioni in cui si è creato tanto ma concretizzato ben

Berardi foto © Furrer

Berardi foto © Furrer

poco: “Di occasioni negli ultimi tempi ne creiamo parecchie – prosegue Di Costanzo -. Sotto questo aspetto sono tranquillo in quanto la squadra produce diverse palle gol. Poi per imprecisione, bravura del portiere avversario o un pizzico di sfortuna non si riesce a metterla dentro. Le palle gol riusciamo a crearle, speriamo di mantenere questa media e di riuscire ad essere più incisivi ed anche, perché no, un po’ più fortunati. Pensiamo a far risultato domani, sappiamo che incontreremo la prima della classe e non sarà facile. Se dovessimo conquistare i tre punti affronteremo l’ultima gara di Torre Annunziata con un pizzico di serenità in più, solo questo”.

Il ritorno di del “giaguaro” Iuliano che ha finalmente recuperato dall’infortunio che l’ha tenuto fuori dal terreno di gioco per diverse settimane sembra non sconvolgere i piani per l’assegnazione di una maglia di titolare in mezzo ai pali: “Quando sono arrivato qui ero contento di venire in un gruppo dove c’era Iuliano, che non conoscevo direttamente, ma sapevo essere un bel portiere. Berardi – conclude l’allenatore biancoscudato - ha fatto ottime cose, proprio in questi giorni ho parlato con Rino che sta dimostrando un grande attaccamento a questo gruppo, è un giocatore di spogliatoio. Ma adesso Berardi sta facendo bene ed è giusto che continui a giocare”.