Cosenza: estorsioni e ricettazione, 8 misure cautelari

Le misure sono in via di esecuzione in diversi centri della provincia di Cosenza

arresti_carabinieri_555I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza stanno eseguendo otto misure cautelari, emesse dal gip del Tribunale di Cosenza, per reati di estorsione, ricettazione, false dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all’autorita’ giudiziaria e favoreggiamento personale. Le misure sono in via di esecuzione in diversi centri della provincia di Cosenza. Il provvedimento prevede la custodia cautelare in carcere per sei persone, tra cui due donne, gli arresti domiciliari per un’altra e infine un obbligo di presentazione alla polizia. Le indagini, condotte dal Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando provinciale di Cosenza, hanno permesso di interrompere un’azione di “cavallo di ritorno”. Le persone tratte in arresto, dopo aver “acquisito” autoveicoli rubati a Cosenza e a Rende, contattavano sistematicamente per telefono le vittime del furto per estorcergli del denaro per la restituzione dell’automezzo. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra’ alle ore 11 al Comando provinciale dei Carabinieri di Cosenza alla presenza del Procuratore della Repubblica di Cosenza.