Consiglio Regionale il 20 maggio: “può influenzare il voto, capovolta una prassi di correttezza e democrazia”. Forza Italia non parteciperà

“Forza Italia non partecipera’ alla seduta del Consiglio regionale del prossimo 20 maggio”. Lo afferma in una dichiarazione il presidente del gruppo consiliare, Alessandro Nicolo’

00-Consiglio_Regionale“Forza Italia non partecipera’ alla seduta del Consiglio regionale del prossimo 20 maggio”. Lo afferma in una dichiarazione il presidente del gruppo consiliare, Alessandro Nicolo’. “In sede di Conferenza dei presidenti di gruppo – aggiunge – avevamo posto all’attenzione del Presidente Scalzo la necessita’ di dedicare la seduta consiliare esclusivamente ai temi istituzionali. In particolare, dai lavori della Conferenza era stato ribadito che per rispetto di una prassi istituzionale consolidata, in questa fase di campagna elettorale che precede le elezioni amministrative in diversi comuni della nostra regione, il Consiglio non si dovesse occupare di temi con valenza politica, che possano anche influenzare il voto. Tale richiesta, come certificato dal documento finale della Conferenza dei Gruppi, era stata unanimemente condivisa. Il presidente Scalzo, dunque, disattendendo quel deliberato, ha posto in essere uno strappo istituzionale e minato la credibilita’ stessa dell’organismo”. “E’ un precedente – prosegue Nicolo’ – che desta preoccupazione ed evidenzia uno stato di malessere dell’attuale dell’Assemblea legislativa, gia’ duramente sacrificata nella sua autonomia dalla mancanza di risorse finanziarie necessarie affinche’ possa incarnare compiutamente il proprio ruolo di produttore di leggi e norme, stante la scarsita’ dei fondi necessari alla copertura di leggi ordinarie. In un quadro di cosi’ diffuso malessere ci saremmo aspettati un diverso atteggiamento dal presidente Scalzo, il quale, facendo venire meno il valore della concertazione tra i gruppi consiliari che e’ alla base della democrazia, ha cosi’ abbassato il profilo qualitativo della rappresentanza istituzionale”.