Bova Marina (RC), cinquantenario della Stella Maris: la cerimonia all’insegna della solidarietà

Si è festeggiato, a Bova Marina (RC), il cinquantenario dell’ubicazione della statua della Madonna del Mare sul promontorio di Capo San Giovanni: nel corso della cerimonia si sono trasmessi messaggi di solidarietà e vicinanza nei confronti dei migranti e dei bisognosi

stella-maris-custonaci-subGrande la partecipazione alla cerimonia organizzata per il cinquantenario dell’ubicazione della statua della Madonna del Mare, collocata sul promontorio di Capo San Giovanni, noto come “Rocca del Capo”. Mai come in questo periodo, di continui sbarchi e tragedie in mare, si è fatta forte la solidarietà verso i migranti ed i bisognosi. A presenziare alla cerimonia, il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, il Vescovo emerito della diocesi di Reggio-Bova, mons. Vittorio Mondello, il sindaco di Bova Marina, Vincenzo Crupi e Pierpaolo Zavettieri, consigliere provinciale del territorio.

Per l’occasione, come riporta anche la Gazzetta del Sud, l’Ute-Tel-B (Università della terza età e del tempo libero), ha offerto un mosaico raffigurante l’immagine della Madonna del Mare, custodita nel santuario di Capo San Giovanni accanto alla Stella Maris; il mosaico è stato scoperto ai piedi del promontorio, “donato” anche a tutti coloro i quali sono impossibilitati a salire fino in cima.

Al margine della cerimonia, nel corso della quale si è svolta anche la tradizionale processione delle barche, mons. Mondello, affiancato da don Gaetano Nalesso, parroco salesiano di Bova Marina, dal vicario di zona don Leone, nonché parroco di Palizzi, e da don Natale, parroco di Bova, ha celebrato la messa solenne all’aperto.