Boom di assunzioni in Telecom: 4000 posti di lavoro

Presentato ai sindacati il piano industriale di Telecom Italia per il triennio 2015-2017: l’azienda delle telecomunicazioni ha previsto nuove assunzioni per 4.000 posti di lavoro

telecom-italiaPresentato ai sindacati il piano industriale di Telecom Italia per il triennio 2015-2017: l’azienda delle telecomunicazioni ha previsto nuove assunzioni per 4.000 posti di lavoro. E’ stato posto l’accento sulla necessità di puntare sullo sviluppo industriale attraverso nuovi investimenti sull’innovazione che andranno ad accrescere la diffusione della fibra ottica e della banda larga mobile. Dopo 7 anni di stasi, anche Telecom Italia torna ad assumere affermando che “con il nuovo piano industriale, torneremo ad assumere dopo sette anni. Abbiamo, infatti, la necessità di rafforzare l’organico introducendo in azienda nuove professionalità con giovani tecnici e laureati tra i 20 e i 30 anni. Assumeremo fino a 4.000 persone nell’arco di 3-4 anni utilizzando i nuovi strumenti normativi che il governo sta mettendo a punto”. La formula utilizzata sarà, quindi, quella del nuovo contratto a tutele crescenti da poco licenziato dal Governo. Accanto alle nuove assunzioni altri importanti chiarimenti sono stati forniti riguardo alla solidarietà difensiva (la riduzione dell’orario di lavoro dei dipendenti già assunti, al fine di evitare i licenziamenti). I contratti di solidarietà posti in essere da Telecom negli scorsi anni andranno a scadenza ad Aprile, a tal proposito una nota diffusa da Telecom a margine della presentazione del piano industriale spiega che “l’attuale solidarietà ’difensiva’ (…) potrà essere sostituita, con modalità da definire con le Organizzazioni Sindacali, da una solidarietà che tuteli ancora l’occupazione, consenta l’immissione di giovani e riduca l’età media in azienda”.