Barcellona P.G: il candidato a sindaco Roberto Materia ha presentato il proprio crono-programma

materiaRoberto Materia,candidato a sindaco a Barcellona Pozzo di Gotto, nel corso di una conferenza stampa, tenutasi presso il comitato elettorale di Piazza Beppe Alfano,  ha illustrato alcuni contenuti del proprio crono programma. Materia puo’ contare su 7 liste a sostegno. “Nessun simbolo di partito accompagna il nostro progetto, perché è stata sposata l’idea Materia, non un’ideologia politica” – ha tenuto a precisare ad inizio incontro Materia.

Sulle alleanze che si sono formate all’interno della propria coalizione e sui programmi che intende attuare per il rilancio della città, Materia  ha dichiarato: “Abbiamo cercato di creare un’alleanza che definirei di responsabilità perché mette insieme diverse formazioni politiche, con una formazione politica variegata, da considerare per questo un risorsa. I nostri sono programmi tutti condivisi, ma senza voli pindarici e senza libri dei sogni. Partiremo da una politica sociale che guardi alle nuove povertà ed ai giovani, molti dei quali si sono messi in gioco con noi e rappresentano un punto di riferimento per il nostro progetto politico. Se saremo eletti daremo battaglia in difesa della città, a tutti i livelli, come riteniamo non è stato fatto negli ultimi tre anni, con l’obiettivo di valorizzare e migliorare Barcellona, riconsegnandole la centralità perduta. E’ necessario trovare nuove idee per sfruttare una risorsa come il turismo collinare e la posizione strategica della nostra città, con un rilancio dell’economia attraverso il florovivaismo, ancora oggi poco valorizzato, la creazione del centro intermodale merci, che tutti vorrebbero avere, e lo sfruttamento di una struttura come il Teatro Mandanici, che deve meritarsi di entrare nel giro dei palcoscenici nazionali. Particolare attenzione la riserveremo anche per le fasce piu’ deboli, in particolare per i diversamente abili e gli anziani. Nei primi 100 giorni ci dedicheremo all’ ordinaria amministrazione, con l’obiettivo di rendere nuovamente ordinata e decorosa la città. Il secondo step sarà la ridefinizione del welfare, con la creazione di un osservatorio dei disagi sociali, sulla spinta del volontariato; saranno i nostri volontari, i giovani, a segnalarci i problemi, a mantenere il contatto con le fasce più deboli della popolazione. Perchè i problemi vanno segnalati da chi li vive”.

Infine, Materia una considerazione la fa sulle difficoltà di bilancio.  “Sono a conoscenza delle recenti sentenze sfavorevoli al comune, che aggraveranno notevolmente sui debiti fuori bilancio; ma, se sono riuscito a risanare 20 milioni di euro di debiti dell’ESA in tre anni, posso occuparmi dei delicatissimi bilanci del comune”.

Domenica è previsto un comizio in Piazza San Sebastiano, parleranno il candidato sindaco Materia ed il coordinatore provinciale dei Democratici Riformisti Santi Calderone.