Arresti tra Calabria, Sicilia, Basilicata e Lombardia: coinvolto anche un ex consigliere comunale

Tra le 23 persone coinvolte c’è anche un ex consigliere comunale di Siracusa

manetteCè anche un ex consigliere comunale di Siracusa tra le persone coinvolte nell’operazione antidroga chiamata dai carabinieri “Euripide e Mammona” e che ha portato all’arresto di 23 persone tra Sicilia, Milano e Calabria. E’ Roberto Messina, 59 anni, risultato intestatario di una parte dei beni sequestrati al gruppo che riciclava i soldi accumulati con il commercio di cocaina, eroina, hashish e marijuana. Sono 9 le ordinanze di custodia cautelare in carcere e 14 quelle ai domiciliari. Notificate anche 7 misure di presentazione alla polizia giudiziaria. Tra le persone trasferito in carcere c’e’ anche Carmelo Minimo, figlio di un consigliere comunale di Siracusa attualmente in carica e indicato come referente a Milano della banda. Sono stati complessivamente sequestrati beni per un valore di 11 milioni di euro tra cui 3 case, 5 fabbricati, un bar, quote societarie, 16 auto, 3 autocarri e 7 moto. Roberto Messina, ex esponente politico del Pd, destinatario dell’obbligo di firma, secondo gli inquirenti era al servizio della sua famiglia, che aveva stretto un patto per la fornitura di droga con il clan calabrese Gattuso di San Luca. Il rifornimento di droga avveniva anche attraverso agenzie di spedizioni e due autisti della ditta di spedizione Bertolini sono tra gli arrestati.