Acr Messina, Ferrigno: “Pedullà? Sono sorpreso, ho sempre criticato alcune scelte in Lega Pro”

messina allenamento derby (13)Prosegue la preparazione della squadra in vista della doppia sfida con la Reggina per la permanenza tra i professionisti.

Ieri pomeriggio sul terreno del “S.Filippo” la squadra ha svolto la di allenamento ricevendo l’abbraccio di una foltissima rappresentanza del tifo biancoscudato che ha assiepato gli spalti della Curva Sud.

La sessione ha visto Mister Di Costanzo, con lo staff tecnico, sottoporre il gruppo a delle esercitazioni atletiche per poi passare a degli esercizi basati sulla tecnica individuale.

L’allenamento si è svolto con l’incessante incoraggiamento del pubblico presente e sotto gli occhi attenti del direttore sportivo Fabrizio Ferrigno che ha commentato questi ultimi giorni in vistaGrassadonia Torrisi Ferrigno della prima sfida al “Granillo”: “Abbiamo deciso di aprire le porte ai tifosi perché avevamo voglia di stare con la nostra gente – si legge sul sito ufficiale dell’Acr Messina – e compattare ancora di più il legame tra la squadra e la tifoseria. La squadra è concentrata e si sta avvicinando all’evento con la giusta carica emotiva e con la consapevolezza che sarà una doppia sfida difficile ma molto bella. Osservando la nostra curva mi viene subito da dire che è importante che aldilà di quello che potrà dire il campo si possa assistere a due derby di grande sportività sugli spalti”.

L’ex calciatore del Catanzaro risponde anche alle recenti dichiarzioni del giornalista Alfredo Pedullà apparse sul sito MessinanelPallone: “Mi vienemessina allenamento derby (9) rimproverato – afferma – di aver denunciato l’inadeguatezza del sistema Lega Pro solo alla luce della sentenza che di fatto ha permesso alla Reggina di disputare il play-out al posto del Savoia. Sono sorpreso che un giornalista di tale esperienza e caratura si sia risentito di fronte alla mia opinione, che ritengo del tutto normale visto il gran numero di squadre che, molto probabilmente, il prossimo anno non riusciranno a partecipare al campionato. Ci tengo a ribadire che il mio non era un pensiero contro la Reggina, ma solo verso un sistema che, a 48 ore dalla gara che vale una stagione, cambia le carte in tavole senza alcun rispetto verso l’altra contendente che non ha alcuna pendenza verso i propri tesserati e che non ha ricevuto alcuna penalizzazione. E poi bastava fare una piccola ricerca sul mio pensiero di questi anni, penso anche alle mie dichiarazioni quando sono rientrato al Messina: ho sempre criticato quello che è stato fatto in Lega Pro, proprio perché ho quasi sempre operato in questa categoria e posso parlare con cognizione di causa”.