Vibo Valentia, nelle roccaforti della ‘ndrangheta nemmeno una pattuglia. Staropoli: “l’allarme lanciato dal SAP ci vede tutti coinvolti”

Staropoli: “le gravi carenze di organico presso tutti gli uffici di polizia non consentono lo svolgersi dei servizi più essenziali per la tutela dei cittadini e nelle zone ad altissima densità mafiosa il controllo e la prevenzione dovrebbero essere una priorità”

11081816_10205358688718365_830087674_n“La scelta di non assegnare personale di polizia in provincia di Vibo Valentia e contestualmente toglierne altro è gravissimo – Lia Staropoli presidente di “ConDivisa” commenta la nota diffusa dal Sindacato Autonomo di Polizia che lancia l’allarme sulla mancanza di personale di polizia in provincia di Vibo Valentia, e continua – le gravi carenze di organico presso tutti gli uffici di polizia non consentono lo svolgersi dei servizi più essenziali per la tutela dei cittadini e nelle zone ad altissima densità mafiosa il controllo e la prevenzione dovrebbero essere una priorità”. L’associazione “ConDivisa” insieme al SAP e a “Sostenitori delle forze dell’ordine” ha partecipato al tavolo tecnico “Sicurezza 3.0” presso la Sala Capitolare del Senato nel febbraio scorso, erano presenti Dambruoso, Salvini, Molteni , Gasparri, Giovanardi, Meloni e Fiano. “La discussione si è tradotta in interventi immediati e urgenti per la sicurezza: Scorrimento delle graduatorie per gli idonei vincitori, per eliminare la forte carenza di organico nelle forze di polizia e i parlamentari presenti hanno presentano alcuni importanti emendamenti proposti nel DL 7/2015: Misure urgenti per il contrasto del terrorismo, anche di matrice internazionale, nonché proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, in particolare il parlamentare Nicola Molteni si batte per ripristinare l’emendamento per lo scorrimento delle graduatorie, inizialmente proposto da Fiano ma decaduto proprio perché Fiano era assente. Molteni ripropone l’emendamento, propone inoltre l’emendamento per impedire la chiusura di ben 251 presidii di polizia e l’ Emendamento per stanziare 8 mln di € per corso anti terrorismo CAT per le nostre forze di polizia. Bocciati in commissione. Gli emendamenti vengono nuovamente riproposti da Molteni alla Camera e vengono nuovamente votati solamente da Lega, Forza Italia, da pochi del NCD come Rosanna Scopelliti e dai 5 Stelle. Ci rimane oggi il Senato ma sembra evidente che di sicurezza e ordine pubblico poco importa alla maggioranza del PD. Sono pochi i politici che tentano di fare qualcosa per la Sicurezza, la maggior parte cerca solo visibilità nelle parate antimafia e poi quando è il momento di fare qualcosa di concreto per le forze dell’ordine, l’unica autentica antimafia, e per i cittadini nelle roccaforti della mafia se ne disinteressa. Tante belle parole ma poi in zone come Limbadi di notte rimaniamo senza nemmeno una pattuglia della polizia, per carenza di personale, di auto funzionanti e di benzina – e conclude – Tutto il territorio Vibonese è interessato da lunghe e sanguinose faide, da agguati che vedono cadere persino ragazzi innocenti che nulla hanno a che fare con la criminalità organizzata. Grazie all’irresponsabilità politica siamo abbandonati a noi stessi la disattenzione nei nostri confronti viene direttamente dalla maggioranza presente in Parlamento”.