Vibo Valentia, evasione fiscale: occultati ricavi per oltre 7 milioni di euro ad un imprenditore

Occultati ricavi ad un imprenditore operante nella provincia di Vibo Valentia

soldiI Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Vibo Valentia hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti di un imprenditore operante nella provincia di Vibo Valentia accertando violazioni sia di carattere amministrativo che penale. L’attività ispettiva condotta dalle fiamme gialle vibonesi ha permesso di constatare numerose irregolarità, in quanto il contribuente attenzionato ha omesso la presentazione delle prescritte dichiarazioni annuali, ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per ben 5 anni a far data dal 2010, occultando ricavi per un ammontare complessivo di € 7.100.000,00.

La ricostruzione dei ricavi sottratti a tassazione è stata supportata da specifici controlli incrociati nei confronti di clienti e da accertamenti bancari eseguiti, nonché dall’acquisizione di ulteriori dati che hanno consentito di corroborare la specifica attività investigativa di natura economico-patrimoniale.

La posizione dell’impresa verificata è emersa a seguito della continua attività di controllo economico del territorio effettuata dai finanzieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia Al termine dell’attività è stata interessata la competente Autorità Giudiziaria anche ai finidell’adozione della misura cautelare del sequestro per equivalente fino all’ammontare dell’imposta evasa.

L’evasione fiscale produce effetti negativi sull’economia del paese ostacolandone la normale concorrenza tra le imprese, danneggia le risorse economiche dello Stato ed accresce il carico fiscale per i cittadini onesti, per cui la Guardia di Finanza, unico corpo di polizia con competenze specialistiche in campo tributario, contrastando il fenomeno mira a garantire un fisco più equo e proporzionale all’effettiva capacità di ognuno (secondo quanto sancito dalla Costituzione).