Sicilia: “servizi deviati dietro stragi”

carabinieriUn filo legherebbe la strategia terroristica degli anni ’70 e le bombe mafiose del ’92 e del ’93. Un’unica trama, con protagonisti apparati deviati dello Stato e, come esecutore materiale, Cosa nostra. E’ l’analisi fatta dal col. dei carabinieri Michele Riccio, che depone al processo d’appello, per favoreggiamento aggravato alla mafia, all’ex gen. Mario Mori e al col. Mauro Obinu. Dietro l’analisi di Riccio ci sarebbero le confidenze del mafioso Luigi Ilardo.