Sicilia, il debito è spaventoso: Crocetta rischia il commissariamento

Il governatore ribatte serafico: i conti sono in regola

crocettaUn’analisi impietosa che rappresenta il j’accuse più duro per i vertici della Regione Sicilia: secondo quanto rivelato dal Sole24Ore, il debito complessivo contratto da Palermo con gli istituti di credito ammonterebbe a 7 miliardi 525 milioni 547mila euro. Una cifra esorbitante, da far tremare le vene ai polsi, che minerebbe la sicurezza finanziaria dell’isola. Da Gennaio 2014, in piena era Crocetta dunque, due miliardi di debito sarebbero stati accumulati e ciò potrebbe fornire il destro al Governo centrale per il commissariamento. Nonostante i rumor romani, Crocetta però non si scompone: il Governatore promette che i conti quadreranno, rivendicando i presunti meriti della Giunta nella lotta agli sprechi.